Impronta

Nel solco del genio

Passione, conoscenza, spirito di osservazione e di esplorazione, naturale esclusività, curiosità innata e propensione all’eccellenza: tutto quello che abbiamo ereditato dal Genio rivive ogni giorno nella terra, nei gesti, nel lavoro delle donne e degli uomini della nostra azienda. Ci muoviamo nel solco del Genio. La sua impronta è riconoscibile. La sua impronta è unica.

Curiosi come Leonardo

La nostra sede è a Vinci e da anni ci impegniamo nella riscoperta, nel recupero e nel proseguo di tutta la ricerca scientifica avviata da Leonardo in enologia, al fine di dare vita alla versione moderna ed aggiornata del suo metodo enologico, utilizzato oggi per la produzione di vini eccellenti sotto il marchio Cantine Leonardo da Vinci. Siamo un’unione di cantine italiane con la missione di valorizzare la storia e le eccellenze vitivinicole di ciascun territorio, attraverso un moderno connubio di progetti enologici, oltre a cultura ed enogastronomia, per raccontare ogni giorno il Genio del vino.

Mappa
Da-vinci-capolavori-pallina

La cura del tempo

Questa impronta secolare nutre i vigneti di Villa da Vinci, considerati da sempre fra i migliori del territorio di Vinci e del Montalbano in termini di esposizione, tipo di suolo e cura nella viticultura. Il terreno è un valido alleato nel conseguimento di ottimi frutti: 4 milioni di anni fa, infatti, l’area de dei nostri vigneti era sommersa. Ancora oggi è possibile trovare bellissimi fossili passeggiando sulle colline tra i filari. Il terreno è quindi ricco di minerali, sostanze che si riflettono in maniera positiva nella crescita del vitigno principale della zona: il Sangiovese. Il programma d’impianto di vigneti altamente specializzati fu avviato dalle Cantine Leonardo da Vinci in Villa da Vinci nel 1995, con i primi tre ettari, ed è proseguito annualmente.

Un lavoro di ricerca che trae ispirazione dagli studi di Leonardo sull’enologia.

In naturale evoluzione

Le osservazioni e gli obiettivi leonardiani, ripresi dal nostro staff tecnico, agronomico ed enologico, non sono mai statici e definitivi. La continua ricerca della perfezione e di nuove metodologie di viticoltura ci ha portati a reinterpretare ed integrare i trattati del Genio, proseguendo il lavoro di Leonardo per ottenere il più “Divino licore dell’uva”.

La vinificazione

L’esperienza segna il sentiero. Di generazione in generazione, si arricchisce di abilità, motivazione e significato.

Nella fase di vinificazione mettiamo in campo decenni di conoscenza. Iperossigenazione, concentrazione, crio/termomacerazione: i nostri esperti ricorrono all’avanguardia scientifica per esaltare il gusto e la piacevolezza del vino, sempre fedeli all’insegnamento di Leonardo, nel solco tracciato dal genio.

Tecnologia al servizio della natura, e mai viceversa: a ispirare ogni gesto c’è sempre la valorizzazione dell’origine. È la nostra vocazione.

Detto con le parole di Leonardo.
“Poi pessimamente alli dì nostri facemo il vino in vasi discuoperti, et cosi per la aria fuggi l’exentia in el bullimento, et altro non rimane che un umido insipiente culorato dalle bucice et dalla pulpa: indi, non si muta come fare si debbe, di vaso in vaso, et perloche viene il vino inturbidato et pesante nei visceri.”

L’AFFINAMENTO

L’attesa imprime il sigillo. Il tempo giusto ci separa dall’essenza che prende corpo, in ogni sua sfumatura.

Siamo in dirittura d’arrivo, con la fase di affinamento e invecchiamento. Scelte chiare e rigorose ci conducono alla nascita di un vino che ci riempie di orgoglio: utilizzo di polifenoli naturali, controllo accurato e analitico degli standard, armonizzazione del rapporto tra zuccheri e acidi, assenza o bassissimo livello di solfiti. La perfezione finale nasce dall’assenza di compromessi.

Dalle origini della terra fino al cuore delle persone: il nostro vino nasce per infondere un piacere totale, segnando un ricordo indelebile.

Detto con le parole di Leonardo.
“Poi pessimamente alli dì nostri facemo il vino in vasi discuoperti, et cosi per la aria fuggi l’exentia in el bullimento, et altro non rimane che un umido insipiente culorato dalle bucice et dalla pulpa: indi, non si muta come fare si debbe, di vaso in vaso, et perloche viene il vino inturbidato et pesante nei visceri.”

LA VIGNA

La bellezza nasce sempre dalla terra. In ogni sua forma: è una regola ancestrale e noi la rispettiamo nella fase di coltivazione.

Per questo abbiamo cura della nostra vigna, ogni giorno. Dall’alba al tramonto arricchiamo e salvaguardiamo il suolo con fertilizzazione e ammendanti naturali . Siamo alfieri della corretta nutrizione della terra, coerenti con quell’equilibrio vegeto-produttivo che permette di limitare gli interventi umani.

Il risultato quotidiano è il basso impatto ambientale, con benefici concreti per la salute di chi sceglie i nostri vini e per il pianeta ch ci ospita.

Detto con le parole di Leonardo.
“Sapete che dissi etiamdio che sarebbe a cuncimare la corda quando posa in el macignio, con la maceria di calcina di fabriche o muralie dimoliti, et questa assiuga la radicha, et lo stelto; e le folie, dall’aria attranno le substantie conveniente alla perfetione del grapolo.”

LA VENDEMMIA

Le sensazioni accarezzano i sensi, diventano indicazioni preziose, scandiscono il tempo. Tutto accade attraverso le sensazioni.

Entriamo nel cuore della fase vendemmiale, con la raccolta delle uve migliori al momento di perfetta maturazione e la loro selezione tramite tappeti di cernita. Passiamo alla lavorazione immediata, senza indugi, seguendo il ritmo e il passo della natura, mantenendo la temperatura corretta in tutte le fasi, per esaltare la ricchezza e i profumi di ogni singolo frutto.

Così, nell’incontro tra cuore e mente, la natura diventa scienza esatta: paradigma vitale per racchiudere in bottiglia il legame secolare tra gusto e tecnica.

Detto con le parole di Leonardo.
“Le vite de Fiesoli in modo miliori allevati, furnire devriano alla Italia nostra del più ottimo vino, come a Ser Ottaviano.”

La vinificazione
L’affinamento
La vigna
LA VENDEMMIA
La vinificazione
L’affinamento
La vigna
LA VENDEMMIA